Separazione fai da te? No......ahi ahi ahi ahi

. (Sul Si del Consiglio di Stato a clausole su assegno di mantenimento nelle ...

Leggi tutto

Quando le spese straordinarie superano il contributo ordinario di mantenimento.

Il recupero coattivo delle spese straordinarie viene rimesso non al Giudice competente per materia ma a quello per valore. Cosa accade quindi? Si cumulano fatture di spesa e si cerca il recupero delle stesse chiedendo e ottenendo un decreto ingiuntivo. Il decreto ingiuntivo viene solitamente concesso a semplice esibizione degli originali delle fatture di spesa. ...

Leggi tutto

Obbligo di rimborso a carico del genitore che non mantiene i figli.

Franco sessant'anni, due figli, da quindici anni non convive con la moglie che, approfittando di un trasferimento lavorativo in altra citta', ha lasciato il marito, non piu' amato da tempo, la casa familiare e i due figli adolescenti che avevano preferito comprensibilmente rimanere con il padre. Per quindici anni Franco ha pagato il mutuo, a lui solo ...

Leggi tutto

La Cassazione dice no all'assegno divorzile per il coniuge che convive more uxorio di Paolo Iannone.

"Cessazione degli effetti civili del matrimonio e instaurazione di una famiglia di fatto con il nuovo partner: l'assegno divorzile non è dovuto all'ex coniuge, sez. I Civile, sentenza n. 6855/15; depositata il 3 aprile" di Paolo Iannone* 1. Il decisum La sentenza in commento focalizza la propria attenzione sulla natura dell'assegno divorzile, infatti, nel caso di specie ...

Leggi tutto

Attenzione agli assegni di mantenimento pagati in ritardo....vi possono bloccare i conti correnti!

L' inadempimento al versamento degli oneri economici conseguenti ad un giudizio di separazione, divorzio od inerente la prole nata fuori dal matrimonio puo' considerarsi tale anche nel caso in cui l' assegno venga versato con notevole ritardo. L' inadempimento in tale caso viene denominato inesatto adempimento e può essere preso in considerazione dal Tribunale per emettere dei ...

Leggi tutto

Nascondere i redditi da lavoro non paga!

Nel corso dei giudizi di separazione o divorzio e' usuale verificare che il coniuge beneficiario di un assegno di mantenimento perché privo di reddito, se e quando  ...

Leggi tutto

Con quali criteri il giudice quantifica l' assegno di mantenimento? Le domande degli avvocati, le risposte del giudice. Parte prima*

Avv. Si può parlare di criteri, di parametri di determinazione degli assegni di mantenimento nei giudizi di separazione, divorzio o inerenti la prole nata fuori dal matrimonio? Giudice Un criterio non lo abbiamo e qui potremmo anche sciogliere questo seminario- risponde ironicamente il nostro Giudice-ogni caso e' a se' stante e per ognuno di esso ...

Leggi tutto

La retroattiva riduzione dell' assegno.

Opera con effetto retroattivo, dal mese successivo al deposito della domanda giudiziale, la riduzione dell' assegno di mantenimento corrisposto in favore del coniuge che ha iniziato a svolgere attività lavorativa non potendo essere accolta, trattandosi di modifica in corso di causa, la sollevata eccezione di irretroattività del provvedimento. Non può essere la riduzione dell' ...

Leggi tutto

Nascondere i redditi da lavoro non paga!

Nel corso dei giudizi di separazione o divorzio e' usuale verificare che il coniuge beneficiario di un assegno di mantenimento perché privo di reddito, se e quando trovera' una soluzione lavorativa, ometta di riferire la circostanza in Tribunale costringendo l' altro coniuge, quello obbligato, a tutta una attività istruttoria, anche ...

Leggi tutto

Non si prescrivono i ratei di mantenimento durante la separazione legale.

Siamo stati abituati in questi anni a sentirci rispondere dai legali interpellati per iniziare una azione esecutiva contro il coniuge inadempiente... da svariati anni, anche al solo obbligo di aggiornamento dell' indice Istat, che non tutti i ratei impagati possono essere recuperati ma solo quelli dell' ultimo quinquennio. E, quindi, la inerzia del coniuge che non si ...

Leggi tutto

Quando il coniuge onerato non specifichi la causale di ogni versamento, resta esposto alle rivendicazioni del coniuge creditore: rischia, cioè di pagare due volte alla ex le spese per il figlio.

Una donna propone ricorso per ingiunzione di pagamento, innanzi al Giudice di Pace di Caserta, per vedersi riconosciuto il pagamento del 50%, da parte dell'ex marito, delle spese scolastiche, mediche e sportive sostenute per la figlia. Il Giudice accoglie il ricorso e l'ex marito propone opposizione deducendo la inesistenza del ...

Leggi tutto

Warning: mysql_free_result(): 7 is not a valid MySQL result resource in /home/dirittef/public_html/simili.php on line 197