Un recente parere del Consiglio di Stato, il n°4929/2012, ha riconosciuto il valore abilitante ex lege del diploma di scuola magistrale e di quello di istituto magistrale, purché conseguiti entro l'anno scolastico 2001/2002. Il parere del Consiglio di Stato è stato espresso a seguito di un ricorso straordinario al capo dello stato. A seguito del suddetto parere, è stato pubblicato in questi giorni, sulla Gazzetta Ufficiale, ed esattamente in quella del 15 Maggio 2014, il Decreto del Presidente della Repubblica, 25 marzo 2014, che accoglie interamente il parere che viene allegato allo stesso DPR. Il Consiglio di Stato, che ha reso possibile l'emanazione del D.P.R., nello specifico si esprime così : "prima dell'istituzione della laurea in Scienza della Formazione primaria, il titolo di studio attribuito dagli istituti magistrale al termine di corsi triennali e quinquennali sperimentali di scuola magistrale e dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali di istituto magistrale (per la scuola dell'infanzia) o al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell'istituto magistrale (per la scuola primaria) dovevano considerarsi abilitanti, secondo quanto stabilito dall'art. 53 R.D.6 Maggio 1923, in combinato disposto con l'art. 197 D.L. 16 Aprile 1994, n°297". Il Consiglio di Stato ha sancito in breve che i maestri in possesso del diploma magistrale o di istituto magistrale conseguito entro l'anno scolastico 2001/2002, sono da considerarsi abilitati per l'insegnamento nelle scuole dell'infanzia i primi e per l'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria i secondi. Agli stessi viene riconosciuto il diritto all'inserimento nella seconda fascia delle graduatorie d'istituto. Viene però nel contempo esclusa la possibilità di accogliere l'analoga richiesta per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, essendo necessario per questo il superamento di pubblico concorso.


Tags: Scuola abilitazione diploma magistrale

Invia un commento