di Laura Genovese

Se ben ricordate lo scorso mese di gennaio venne introdotto l'uso della Social Card in 12 Comuni di Italia.
Ebbene, l'iniziativa proseguirà anche nel 2014 per sostenere, con la carta acquisti in questione, il reddito dei cittadini meno abbienti.
La conferma arriva con il "Decreto lavoro" del 28 Giugno 2013, che introduce anche la notizia di un ampliamento territoriale della sperimentazione; la Card verrà infatti distribuita in tutte le Regioni del Mezzogiorno.
I requisiti per ottenere la Social Card sono i seguenti:
- occorre essere cittadini italiani o comunitari o, nel caso in cui la richiesta venga avanzata da un cittadino extracomunitario, è necessario allegare alla domanda il permesso di soggiorno "“ ovviamente in corso di validità "“ e per lunghi periodi;
- occorre essere residenti da almeno un anno nel Comune dove viene presentata la domanda;
- all'interno del nucleo familiare richiedente, dovrà esserci la presenza di almeno un minorenne.
L'INPS inoltre informa che sarà data precedenza alle istanze che, a parità di condizioni, presentano nel nucleo familiare le seguenti condizioni: famiglia mono genitoriale in presenza di figli minorenni, genitori con figli disabili, nuclei familiari con 3 o più figli a carico.
Condizione economica e lavorativa:
l'ISEE non dovrà essere superiore ai 3.000 euro.
- se si è proprietari dell'immobile in cui si è residenti, il valore ICI dello stesso non deve superare gli 8.000 euro, stessa cifra da non superare per ciò che riguarda il patrimonio mobiliare.
eventuali sostegni economici previdenziali assegnati al momento della richiesta della Social Card, non devono superare i 600 euro al mese
Occorre inoltre fare molta attenzione alle seguenti condizioni:
se nell'ultimo anno precedente alla richiesta avete immatricolato un'automobile di cilindrata superiore ai 1.300 cc o moto di cilindrata superiore ai 250 nei tre anni precedenti, la richiesta verrà rigettata.
nessun membro della famiglia deve svolgere attività lavorativa al momento della presentazione della richiesta o "“ nei sei mesi precedenti la richiesta "“ non deve aver percepito più di 4.000 euro.
L'importo del sussidio
Se si è in possesso di tutti i requisiti di cui sopra si potrà ottenere un importo variabile mensile che va da una base di 231 euro per i nuclei composti da sue persone; 281 euro mensili per le famiglie di tre componenti; 331 euro per quelle composte da quattro componenti fino a un massimo di 404 euro al mese per quelle famiglie i cui componenti sono cinque o più.


Tags: