L'esame di maturità consta nello specifico di tre prove scritte, più il colloquio orale.

Mentre i primi due test scritti sono decisi a livello ministeriale e quindi sono validi in ogni parte d'Italia, la terza prova viene elaborata dalla commissione sulla base del programma scolastico svolto durante l'anno.

 

La prima prova scritta è quella di italiano e ha lo scopo di verificare la conoscenza della lingua ed il corretto utilizzo della stessa. In questo caso gli studenti dovranno svolgere un tema a scelta tra quelli proposti dal Ministero e potranno quindi cimentarsi con l'analisi del testo, con il tema storico oppure con il tema di attualità. Un'altra possibilità riguarda il tema con argomento a scelta, e in questo caso si potrà sviluppare uno dei diversi ambiti, quello storico-politico, quello artistico-letterario, tecnico scientifico o socio economico e si potranno scegliere diverse forme di scrittura, dal saggio breve all'articolo di giornale. La prova ha durata di 6 ore.

La seconda prova è diversa da scuola a scuola in quanto prevede la verifica di conoscenze specifiche legate al corso di studi, ad esempio quest'anno per il liceo scientifico la prova sarà matematica e per il liceo classico, la versione di greco. La durata è di 4 ore

Qualche giorno dopo la seconda prova ci sarà lo svolgimento della terza prova scritta, un test deciso e preparato dalla Commissione, che ha come oggetto tutte le materie di studio svolte durante l'anno, anche se poi ne verranno scelte solo cinque. Questo test si può svolgere con quesiti a risposta multipla o singola, oppure in forma mista. La durata è di 90 minuti.

L'ultima prova di esame è il colloquio orale, durante il quale lo studente esporrà una tesina da lui stesso elaborata cui seguiranno altre domande sul programma, nelle discipline oggetto dell'ultimo anno scolastico.

La commissione è costituita da un presidente, da tre docenti interni alla classe e da tre esterni.


Tags: scuola esame maturità prova materie

Invia un commento