INFORMARE

Informare per essere consapevoli

Formazione

Imparare a conoscere strumenti e possibilità

Tutela

Difesa dei diritti e della propria serenità
Editoriale

Divorzio breve processo lungo: i poli opposti si attraggono?

di Cinzia Petitti

E' entrata in vigore la c.d legge sul divorzio Breve applicabile anche ai giudizi di separazione in corso, e quindi, come pensano molti, panacea di tutti i mali della famiglia disgregata. La legge prevede in breve : sei mesi dalla omologazione della separazione, nel caso di consensuale, ed un anno dalla comparizione dei coniugi davanti al Presidente nei giudizi di separazione personale per la richiesta di divorzio (dovrei dire da tecnico cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario o scioglimento del matrimonio, per quelli celebrati solo in Comune);

scioglimento della comunione dei beni dal dì della comparizione dei coniugi davanti al Presidente, in caso di separazione giudiziale, o dalla data di sottoscrizione del verbale di separazione consensuale (che poi venga effettivamente omologato).

Tutto molto bello, tutto molto semplice! Ma il problema è a monte. Se v'è accordo tutto è più lineare, non ci sono contrasti, con ci sono conflitti e quindi anche il futuro divorzio è più snello. Ma il processo, certo il processo, non è oggi, sia per durata sia per meccanismo, assolutamente adeguato ad accogliere questa legge. Se si fosse anche intervenuti (ma come?) sulla durata del giudizio di separazione e divorzio la legge che tutti attendono avrebbe veramente un significato diverso…ma oggi, stando così le cose, non cambia granchè e vedremo perché. L'unica vera novità e di sicuro interesse per la tutela dei coniugi, di quello più debole   …Leggi >>


Articoli recenti

Quando le spese straordinarie superano il contributo ordinario di mantenimento.

di Cinzia Petitti

Il recupero coattivo delle spese straordinarie viene rimesso non al Giudice competente per materia ma a quello per valore. Cosa accade quindi? Si cumulano fatture di spesa e si cerca il recupero delle stesse chiedendo e ottenendo un decreto ingiuntivo. Il decreto ingiuntivo viene solitamente   …Leggi >>

Obbligo di rimborso a carico del genitore che non mantiene i figli.

di Cinzia Petitti

Franco sessant'anni, due figli, da quindici anni non convive con la moglie che, approfittando di un trasferimento lavorativo in altra citta', ha lasciato il marito, non piu' amato da tempo, la casa familiare e i due figli adolescenti che avevano preferito comprensibilmente rimanere con il padre.   …Leggi >>

Sentenza storica del TAR Campania contro una bocciatura scolastica

di Loredana Chiarello

È il D.P.R. n° 122/2009, art. 14, comma 7, che ha stabilito, per le scuole secondarie superiori, dei limiti massimi entro quali possono effettuarsi, da parte degli studenti, un numero congruo e lecito di assenze, superando il quale si invalida l'anno scolastico: "Ai fini della validità degli   …Leggi >>

Quando il rifiuto e la non accoglienza diventano violazione dei diritti fondamentali della persona.

di Loredana Chiarello

Vicende come quella che andremo a raccontare sono di quelle che la società civile non vorrebbe mai ascoltare, ma a cui, purtroppo, i pregiudizi, ancora difficili da sradicare, ci costringono. La cronaca dei recenti giorni ha portato a conoscenza dell'opinione pubblica la vicenda di una bambina di   …Leggi >>